Arcevia, un Concerto di Natale come omaggio alla città Stampa
Scritto da Sindaco Purgatori   

SABATO 27 DICEMBRE AL TEATRO MISA - “Ospite della serata il basso Andrea Silvestrelli”

Concerto di NatalePurgatori: lavorare insieme con speranza e fiducia, sapendo che una comunità è in grado di decidere il suo futuro solo se ognuno si sente parte di un progetto comune e ogni giorno dà il suo contributo per costruirlo.

Sabato 27 dicembre 2008 alle ore 21.15 al Teatro Misa si terrà il Concerto di Natale - Omaggio alla Città – “Note d’Opera” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Arcevia, in collaborazione con la Pro-Loco e l’Associazione India nel Cuore con ingresso gratuito, ma su prenotazione obbligatoria presso l’Ufficio Cultura C.so Mazzini 64, numero telefonico 0731.984561.
In programma l’esibizione dell’orchestra giovanile marchigiana “G.Verdi” con la partecipazione del coro polifonico “F.Tomassini” di Serra de’ Conti, del soprano Stefania Donzelli e del baritono Lucio Mauti, direttore d’orchestra Mirco Barani. Ospite d’onore sarà Andrea Silvestrelli basso anconetano che ha cantato nei maggiori teatri internazionali come il Covent Garden di Londra, il Metropolitan di New York, la Pastiglia a Parigi la Symphonie a Sydney e ha lavorato con i più grandi direttori d’orchestra come Muti, Abado, Mehta, Solti ecc.
“Il concerto” dichiara il Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori “ è l’occasione per ringraziare i miei concittadini, le associazioni, i consiglieri, gli assessori i dipendenti comunali che contribuiscono, ogni giorno, a far crescere Arcevia ed a renderla sempre più accogliente. Con il loro lavoro, con il volontariato, con l’impegno sociale e politico”. “L’anno che è passato non ha portato solo buone notizie, ma anche problemi e certamente nel prossimo si dovrà fare di più. Vi sono non solo le difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese, ma anche solitudini che aumentano. Di fronte alle difficoltà vi sono sempre due strade da percorrere. Una è quella della paura, del lamento, della resistenza al cambiamento, della difesa degli interessi personali. L’altra, che è quella che auguro a tutti gli arceviesi e a me stesso, è quella di lavorare insieme con speranza e fiducia, sapendo che una comunità è in grado di decidere il suo futuro solo se ognuno si sente parte di un progetto comune e ogni giorno dà il suo contributo per costruirlo.
Gli arceviesi ne sono stati capaci in tempi più difficili e sono sicuro che lo saranno ancora.
Buon 2009”.

Arcevia, 24.12.2008